RICERCA PERDITE IMPIANTO DI RISCALDAMENTO

AVETE UN PROBLEMA DI PERDITE D’ACQUA E NON RIUSCITE A LOCALIZZARLE ?

PRIMA DI DEMOLIRE CASA CHIA-MA-TE-CI !!!  

IL NOSTRO OBIETTIVO E’ NON DISTRUGGERE !!!

La presenza di perdita acqua in un impianto di riscaldamento sia esso a pavimento, a termosifoni o con termoconvettori, si manifesta come un guasto quando si è costretti ad eseguire frequenti rabbocchi con reintegri della pressione dell’acqua nella caldaia.

Può palesarsi anche con un blocco della caldaia perché la pressione nell’impianto si abbassa troppo (o addirittura si azzera) in breve tempo rendendo l’impianto di riscaldamento non funzionante.

Tuttavia, se prima della caldaia è stato installato un dispositivo di ricarica dell’acqua automatico non si noteranno segnali di allarme con il classico blocco dell’impianto: in questo caso il segnale visibile potrebbe essere una zona di bagnato sulle pareti dovuta proprio alla quantità d’acqua fuoriuscita, oppure nessun segnale di bagnatura ma a lungo andare la caldaia si riempie di calcare nello scambiatore e aumenterà il consumo di gas raggiungendo a fatica la temperatura preimpostata. È opportuno precisare che nel caso si manifestasse una macchia di bagnato sul muro, potrebbe non necessariamente comparire nelle vicinanze del punto di rottura del tubo (come nel caso di esempio riportato nella fotografia sottostante in cui la bagnatura visibile appena sopra il battiscopa interessava l’intero appartamento ma il buco nel tubo era circa a metà pavimento del soggiorno).

 VERIFICHE PRELIMINARI

  1. verificate se ci sono segni di bagnato anche piccoli o zone di umidità persistente sulle pareti di casa, nelle zone del battiscopa o sui soffitti.
  2. controllate le giunte tra gli elementi dei termosifoni aiutandovi con una carta assorbente, prestate particolare attenzione alla zona sotto il termosifone, alle valvoline di sfiato, alle valvole di chiusura e al detentore per ricercare anche la minima goccia d’acqua.
  3. sempre con carta assorbente, eseguite la stessa operazione sulla/e valvole di sfiato automatiche dell’aria, queste dovrebbero essere state istallate nei punti alti dell’impianto (tipo soffitte o sottotetti), oppure direttamente all’interno della caldaia o sul collettore (di solito inserito in cassette a muro).
  4. Una ulteriore verifica potrebbe essere quella di contattare l’assistenza tecnica della caldaia per fare controllare il vaso di espansione della caldaia, le valvole di sicurezza e i vari raccordi e guarnizioni della caldaia stessa se presentano gocciolamenti di acqua o hanno segni di calcare attorno a guarnizioni e filetti.

Se ancora non è stato trovato nessun segno di perdita con queste prime verifiche e la pressione continua a scendere allora la perdita potrebbe essere nelle tubazioni ed è giunto il momento di contattarci per ricercare la posizione della perdita ed evitare di eseguire demolizioni a casaccio.

 RISPARMIO DI COSTI E DISAGI.

Le nostre verifiche partono da una importante e seria indagine preventiva.

Questo permette, sia a noi che al cliente, di effettuare la scelta delle modalità di intervento più corrette, limitando lavori inutili con un generale e cospicuo RISPARMIO DI COSTI E DISAGI.

RIMINI ASSISTENZA

PRONTO INTERVENTO IDRAULICO | CALDAIE | DEPURATORI | CONDIZIONATORI

CONTATTACI SUBITO TELEFONICAMENTE OPPURE COMPILA IL SEGUENTE MODULO

Via Variano, 75

47922 Santa Giustina (Rimini)

393 536 3874

http://riminiassistenza.com